Quando si inizia a studiare una lingua, soprattutto se è molto diversa dalla nostra, come ad esempio il giapponese, è normale essere curiosi di saperne di più sulla cultura e sul Paese dove questa lingua è parlata. Se vuoi saperne di più sul Giappone e sulle sue tradizioni, sei nel posto giusto perché stiamo per svelarti 10 curiosità sul Giappone che molto probabilmente non hai mai sentito e che di sicuro ti stupiranno.

curiosità sul giappone

Cosa troverai in questo articolo?

Curiosità sul Giappone davvero particolari

“Paese che vai, usanze che trovi”, lo hai mai sentito questo proverbio? Se non lo avessi mai sentito, significa semplicemente che ogni Paese ha le sue usanze e le sue tradizioni, e sarebbe carino che tu, in qualità di turista o studente o lavoratore che ti rechi in Giappone per un periodo più o meno lungo, le conosca e le rispetti, in modo da non fare brutte figure con la gente del posto. Qualcosa ti avevamo già svelato nell’articolo dedicato al galateo giapponese a tavola. Oggi proseguiamo, scoprendo altri aspetti della cultura e delle tradizioni giapponesi.

#1 La maggior parte dei giapponesi non è religiosa

Lo avresti mai detto? Io no! Pensavo che tutti i giapponesi avessero antiche tradizioni religiose a cui fossero molto legati, e invece la maggior parte di loro segue più che altro le tradizioni religiose che preferisce prendendole in prestito dalle altre religioni. Vuoi qualche esempio? Si sposano in chiese in stile cristiano davanti ad un prete e celebrano il Natale come un momento per essere felici e spensierati, senza legarlo all’aspetto religioso. Dall’altra parte, la maggior parte delle persone tiene riti funebri e celebra l’inizio del nuovo anno seguendo la tradizione buddista.

#2 I giapponesi comprano piccoli snack per i colleghi

Sicuramente hai già sentito parlare di quanto i giapponesi siano persone rispettose e attente al prossimo, ma ecco che lo vediamo anche in questa usanza: in Giappone rientra tra le buone maniere comprare piccoli snack per i propri colleghi quando si viaggia in un’altra prefettura. Molti hotel e negozi di souvenir vendono simpatici snack confezionati singolarmente proprio per rendere facile questa ‘commissione’ a chi è in viaggio di lavoro e magari non ha tempo di andare in giro per negozi.

#3 I giapponesi fanno rumore quando mangiano

Quello che da noi è considerata una cattiva abitudine o una cosa piuttosto maleducata, in Giappone è molto diffusa. I giapponesi emettono un forte rumore di risucchio quando mangiano noodles, come ramen o seba, e non è affatto considerata cattiva educazione! Mi raccomando, non guardare male i tuoi commensali se fanno rumore, potresti sembrare sgarbato.

#4 In Giappone si restituisce metà dell’importo dei regali in denaro ricevuti

Quando ti sposi, hai un figlio o hai una cerimonia funebre in Giappone, molti parenti e amici ti manderanno denaro in regalo. Tuttavia, quel denaro non è interamente tuo, per quanto strano possa sembrare. La tradizione vuole che chi riceve il regalo, restituisca metà dell’importo (chiamato “han-gaeshi”) mandando loro un regalo successivamente.

#5 In Giappone non puoi essere timido se vai alle terme

Visitare le sorgenti termali in Giappone potrebbe rappresentare una sfida per alcuni stranieri, non per i tedeschi però che già sono abituati a questa usanza. In Giappone si entra completamente nudi, senza biancheria intima o costume da bagno. Inoltre, le persone con tatuaggi spesso non sono ammesse, questo perché solitamente in Giappone i tatuaggi sono il simbolo degli appartenenti alla mafia giapponese: la Yakuza.

#6 I giapponesi in passato si dipingevano i denti di nero puro

In tempi antichi, i giapponesi si dipingevano i denti con dell’inchiostro nero ricavato dal ferro imbevuto nel tè o nel sakè. Questa pratica è conosciuta come Ohaguro, e inizialmente serviva ad indicare l’ingresso delle donne in età adulta. Dopodiché si è diffusa anche tra gli uomini, anche se successivamente è tornata ad essere praticata solo dalle donne. Il dipingersi i denti di nero è andato avanti fino al 1800, oggi questa usanza può essere vista solo nei festival o nelle rappresentazioni teatrali.

#7 I passaporti giapponesi sono tra i più affidabili al mondo

Sapevi che esistono dei passaporti più affidabili degli altri? C’è una classifica chiamata Global Passport Ranking che elenca i passaporti in base ai paesi ad accesso “Visa-free” (inclusi “Visa on arrival” ed “Electronic Travel Authorization” – eTA). Nella classifica del 2022, il Giappone è al primo posto con 193 Paesi in cui i titolari di passaporto giapponese possono entrare senza dover ottenere un visto. Non male vero? Che sia per questo che i giapponesi amano tanto i viaggi?

#8 San Valentino è festeggiato anche in Giappone

Sì, hai letto bene. San Valentino è giunto fino in Giappone, tuttavia c’è una differenza rispetto all’Occidente dove i fidanzati si fanno regali a vicenda. In Giappone l’usanza vuole che siano solo le ragazze ad inviare cioccolatini ai ragazzi nel giorno di San Valentino per esprimere loro il loro amore. In cambio, i ragazzi inviano regali durante il White Day, che è un mese più tardi.

#9 L’anno scolastico inizia in aprile

Settembre non è il mese in cui si torna a scuola in Giappone! L’anno scolastico inizia ad aprile e finisce a marzo, ecco perché i fiori di ciliegio (che solitamente fioriscono a marzo) sono considerati l’immagine simbolica della laurea. Scommetto che le foto delle lauree, con alle spalle i ciliegi in fiore, sono davvero stupende!

#10 I bambini ricevono somme di denaro nelle riunioni di famiglia annuali

In occasione del Capodanno giapponese, in cui le famiglie si ritrovano per festeggiare, ai bambini viene consegnata una busta chiamata Pochi-bukuro o Otoshidama-bukuro con dentro dei soldi, possibilmente in banconote nuove (o semi-nuove). L’importo donato varia in base all’età dei bambini (e ovviamente alla disponibilità), ma solitamente si aggira intorno ai 1000/3000 yen per bambini piccoli (fino ai 6 anni circa), dai 2000 ai 5000 yen per bambini che vanno alle elementari, dai 5000 ai 10000 yen per ragazzi delle scuole superiori e 10000 yen ai ragazzi che vanno al college o all’università. Sembrano cifre esorbitanti viste così, ma in realtà se convertiamo gli importi in euro si parte dai 10 euro per arrivare a circa 70 euro.

Allora, conoscevi queste curiosità del Giappone? Ne conosci altre e vuoi condividerle con noi? Scrivile nei commenti!

Per approfondire

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi scoprire altro sulla cultura giapponese, potrebbero piacerti questi articoli: