Imparare come parlare cinese è facile se hai accesso agli strumenti giusti! È vero, l’alfabeto e la fonetica sono completamente diversi da quello a cui sei abituato come parlante italiano. Però, noi siamo convinti che, con la giusta cassetta degli attrezzi, tutti possono imparare il cinese usando con conversazioni fai-da-te, scambi linguistici, app per l’apprendimento linguistico, tabelle per la pronuncia e altre risorse chiave. In questo articolo ti diamo i nostri migliori consigli per parlare cinese mandarino per principianti e su come migliorare la tua espressione e comprensione orale una volta che hai imparato le basi.

parlare cinese

Cosa troverai in questo articolo

Metodi per imparare a parlare cinese

Ascolta i madrelingua e copiali!

Se stai imparando a parlare cinese, prima di tutto è importante ritagliarsi del tempo per ascoltare. Può sembrare semplice, ma quando impari una lingua che non ti capita di sentire spesso, devi acquisire familiarità con i suoni, gli accenti e la pronuncia. Quindi ascoltare il più possibile contenuti audio in cinese è fondamentale. Una tecnica che ti consigliamo di seguire è quella dello shadowing, cioè di ripetere quello che senti cercando di imitare chi parla il più fedelmente possibile. In generale, è importante sviluppare un metodo che puoi seguire regolarmente.

Esercitati a parlare cinese ogni giorno

I progressi arrivano con la regolarità. Crea un piano d’azione che si può inserire nella tua vita quotidiana. È una buona idea per imparare qualsiasi competenza nuova! Esercitati un po’ ogni giorno (10 minuti sono sufficienti) e vedrai dei progressi molto velocemente. Qualsiasi metodo tu scelga per imparare il cinese, fai lo sforzo di dedicargli un po’ di tempo ogni giorno.

Stabilisci degli obiettivi

All’inizio stabilisci degli obiettivi raggiungibili velocemente per tenerti motivato. Più sei a tuo agio, più alto è il livello che potrai raggiungere! Vai avanti gradualmente per evitare di scoraggiarti. Concentrati sull’ascolto e sulla lingua orale in primis, per capire la lingua, la struttura delle frasi, il vocabolario e la pronuncia. È facile con gli strumenti che ti sto per suggerire.

 

Quali strumenti ti aiutano a parlare cinese?

App

Il maggior beneficio delle app? Le puoi usare ovunque, basta avere con te il telefono o il tablet. Sui mezzi pubblici, in palestra, mentre aspetti in coda. Puoi esercitare il tuo cinese senza interrompere i tuoi impegni.

MosaLingua ha sviluppato un’app per imparare il cinese. Puoi usarla per imparare frasi e vocabolario dal livello A1 (principiante) al livello C1 (avanzato). Con più di 2.000 flashcard lessicali per le parole e le espressioni più comuni, parlerai cinese velocemente. Il metodo MosaLingua è fondato sulla ripetizione dilazionata. Puoi ascoltare la pronuncia corretta di parole e frasi grazie alle registrazione audio dei nostri prof madrelingua e ripetere dopo di loro. Puoi anche registrarti e ascoltarti per confrontare la tua pronuncia con quella originale. Prova la versione gratuita di MosaLingua se non conosci il nostro metodo!

E per rimanere motivato, tieni sempre a mente il tuo obiettivo principale, che sia una vacanza in Cina, un viaggio di lavoro, un cambio di vita o poter comunicare con un amico cinese. Questo ti aiuterà ad andare avanti di buon passo!

Conversazione fai da te

Se sei particolarmente preoccupato di fare errori mentre parli, o se sei troppo timido per parlare con un insegnante o con un madrelingua, puoi esercitarti parlando con te stesso. Può sembrare un po’ ridicolo, soprattutto all’inizio, ma l’auto-conversazione è un ottimo modo di addentrarsi nella produzione orale e comprensione base del cinese. Hai solo bisogno di un po’ di creatività: prepara tutto prima, scrivi le “sceneggiature” di conversazioni semplici ed esercitati davanti allo specchio. La chiave è la ripetizione. Più ti eserciti a parlare, più diventerai bravo. E quando ti troverai nella situazione di dover parlare con un madrelingua, le parole verranno fuori in modo naturale. Questa è un’ottima tecnica per aumentare la fiducia in te stesso. E quando si impara una lingua, la fiducia in sé stessi è uno strumento imprescindibile!

Trovare un partner linguistico cinese

Ti senti pronto a parlare con un madrelingua? Allora è arrivato il momento di trovare un partner linguistico online! È un metodo eccellente per praticare e imparare il cinese senza uscire di casa. Ci sono tanti tipi di piattaforme di scambio linguistico che aiutano le persone a trovare partner per la conversazione. Potrai così avere conversazioni amichevoli, rilassate, che non hanno niente a che vedere con quelle accademiche. Incontrerai altre persone che vogliono imparare la tua lingua e che possono aiutarti a imparare a parlare cinese. Questo modello di scambio è davvero efficace. È gratuito, ti aiuta a imparare le lingue e ti fa conoscere persone nuove.

Ecco alcune piattaforme per lo scambio linguistico:

  • Teem: questa app mobile e web è fantastica per trovare un partner linguistico i cui interessi sono in linea con i tuoi. È un buon bonus per trovare argomenti di conversazione.
  • Conversation Exchange: questo sito ti aiuta a trovare partner linguistici da tutto il mondo.

Corsi di cinese online

Esistono molto siti che offrono corsi online tenuti da insegnanti qualificati e madrelingua. Trova insegnanti in base alle tue preferenze e prenota le lezioni a seconda dei tuoi impegni. La qualità del tuo insegnante (e il suo approccio all’insegnamento) influenzeranno i risultati che otterrai dal corso, quindi assicurati di fare un po’ di ricerca! Per esempio, insegnano solo cinese (immersione) o c’è un misto di cinese e inglese (o italiano, ma sono più rari gli insegnanti madrelingua cinesi che parlano italiano) in ogni lezione?

Il cinese mandarino di solito è ben rappresentato sulle piattaforme di corsi online. Non avrai difficoltà a trovare un insegnante che si adatti alle tue esigenze. È una grande opportunità avere qualcuno che può correggere i tuoi errori e darti un feedback in tempo reale.

Anche se sono flessibili ed efficaci, i corsi online hanno un lato negativo: non sono gratis. A circa 20€/ora per un buon insegnante, può diventare costoso piuttosto velocemente. Ma tanti studenti trovano che un investimento finanziario li aiuta a tenere viva la motivazione.

Ti consiglio di cominciare con Italki. Pagherai un prezzo molto ragionevole per delle lezioni private. Alcuni insegnanti sono docenti qualificati, altri offrono tutoraggio meno formale nella loro lingua madre e di solito chiedono meno.

Risorse audio per imparare come parlare cinese

Podcast

I podcast sono facili da usare tutti i giorni. Questo li rende uno strumento super valido per chiunque stia imparando a parlare cinese. Non importa quale piattaforma usi (ad es. Spotify, Apple Podcast o Google Podcast), troverai centinaia di podcast per aiutarti a imparare il cinese a qualsiasi livello. Il vantaggio dei podcast è che il contenuto è solo audio. Quindi sono perfetti per concentrarti sulla pronuncia!

Di seguito alcuni dei nostri podcast preferiti per fare pratica con la comprensione orale in cinese:

  • Story FM, ispirato dal podcast “This American Life” di NPR.
  • Young Love Play è un podcast creato da due studenti di Taiwan che parlano delle loro vite quotidiane in un registro molto familiare. È un buon strumento per imparare il vocabolario informale e conversazionale.

Canali YouTube

YouTube è un’altra risorsa facile da usare che offre centinaia di video sull’apprendimento linguistico. Infatti ci sono molti insegnanti di cinese mandarino e autodidatti che hanno dei canali dedicati all’insegnamento del cinese. Devi solo evitare di perderti tra tutti i video disponibili 😀

Trova un buon canale al quale iscriverti, come MingYan. Oppure scrivi “imparare il cinese” o “lezione cinese” nella barra di ricerca per esplorare tutti i canali disponibili.

 

La pronuncia cinese mandarino: risorse per parlare cinese

Se vuoi imparare a parlare cinese, ti serviranno due componenti fondamentali: vocabolario e pronuncia. Conoscere tante parole è una cosa, ma comunicare con una fantastica pronuncia è un’altra! Fortunatamente, le risorse specializzate possono aiutarti a lavorare sulla tua pronuncia cinese.

risorse per imparare il cinese

Tavole di pronuncia Pinyin

È importante iniziare con imparare il Pinyin. Si tratta di un sistema di trascrizione dei caratteri cinesi nell’alfabeto latino. Quindi puoi studiare il vocabolario e perfezionare la tua pronuncia ancora prima di iniziare a studiare i caratteri cinesi! Inizia con le basi: pronunciare le iniziali, le finali, e i toni.

Impara le iniziali

Il pinyin è una trascrizione dei caratteri cinesi nell’alfabeto latino. Ogni sillaba contiene un’iniziale (consonante) e una finale (vocale). Ci sono varie lezioni di pronuncia cinese nell’app MosaLingua Imparare il cinese. La lista che segue ti dà un’idea della pronuncia cinese in confronto a quella inglese o italiana:

  • t, m, s, n, k, l, f si pronunciano come in italiano
  • p si pronuncia come una p italiana ma con un suono aspirato
  • d si pronuncia come la t di tutto
  • la r cinese è un suono sordo che parte da una r pronunciata con la lingua al palato, facendola vibrare
  • h si pronuncia come la j spagnola o il ch tedesco, un suono ruvido che viene dal fondo della gola
  • j si pronuncia come una g italiana molto dolce, ad esempio di gioco
  • z si pronuncia come la z di zebra ma la punta della lingua deve toccare il retro dei denti inferiori per riprodurre correttamente il suono
  • zh si pronuncia come una g dolce tenendo la punta della lingua un po’ arrotolata a toccare il palato
  • b si pronuncia a metà tra il suono della p e quello della b
  • g corrisponde alla g dura italiana, a metà tra la k e la g
  • x si pronuncia come una sc molto dolce e sibillante, tipo scivolo
  • sh è simile al suono dolce di sc in pesce, ma la punta della lingua è arretrata a toccare il palato
  • q si pronuncia come una c molto dolce seguita da una forte aspirazione
  • ch si pronuncia come una cc dolce con la punta della lingua arretrata a toccare il palato e una forte aspirazione
  • c si pronuncia come fosse zz in mazzo, poggiando la punta della lingua dietro i denti inferiori e con una forte espirazione

Impara le finali

Al fine di pronunciare ogni sillaba, dovrai conoscere anche le finali che vengono dopo le iniziali. Ecco una lista delle finali cinesi:

  • an, ai, ao, uai, ei, uan, ia, iao, i, iang, u, o, uei, ua, in, en, a, uo si pronunciano come in italiano
  • e cinese si situa tra la vocale e e la vocale o italiana, infatti per pronunciarla puoi provare a mettere la bocca nella posizione per dire o e poi invece pronunciare la e
  • ü in italiano non esiste ma lo puoi ricreare mettendo la bocca nella posizione della u e pronunciando la i
  • üe in italiano non esiste ma lo puoi ricreare mettendo la bocca nella posizione della u e pronunciando la i seguita dalla e
  • ün in italiano non esiste ma lo puoi ricreare mettendo la bocca nella posizione della u e pronunciando la i seguita dalla n
  • üan in italiano non esiste ma lo puoi ricreare mettendo la bocca nella posizione della u e pronunciando la i seguita da en
  • ou è il suono della o chiusa italiana che si allunga e diventa u alla fine
  • ian è il modo in cui si pronuncia la parola che indica la moneta giapponese yen
  • ie si pronuncia come la stessa combinazione italiana ma con la e molto aperta (è)
  • eng non esiste in italiano ma lo puoi riprodurre dicendo en con la e molto nasale prodotta dal fondo della gola
  • ueng è simile al suono della finale eng ma con una u davanti
  • ang si pronuncia quasi come il gruppo an, ma la a è molto nasale e la g non si sente quasi
  • uang si pronuncia come uan ma con la a ben aperta e la g che quasi non si sente
  • ing si pronuncia come l’italiano in ma con la i molto nasale e la g che quasi non si sente
  • iong si pronuncia come la corrispondente combinazione italiana, ma con la o chiusa e nasale e la g che quasi non si sente
  • ong come il suono on ma con la o chiusa e molto nasale e la g che quasi non si sente
  • iou si pronuncia come io di gioco
  • uen si pronuncia uan. Il suono della vocale centrale in realtà è a metà tra quello di una e e di una a
  • er in italiano non esiste un suono simile. È molto simile alla pronuncia di are in inglese, con accento sulla a e la r prodotto nel fondo della gola

Conosci i toni

Per imparare a parlare cinese (mandarino), devi sapere che ci sono quattro toni e un tono neutrale. Sono molto facili da riconoscere in Pinyin: gli accenti sulle finali indicano il tono.

  • dā: alto e costante, proprio come la linea sopra la “ā.”
  • dá: l’accento va verso l’alto. Inizia con un tono medio e poi diventa più alto.
  • dǎ: questo tono “sprofonda”. Inizia alto, cade, poi sale di nuovo.
  • dà: l’accento punta verso il basso. Inizia alto e poi cade velocemente.
  • da: questa sillaba è neutra.

Forvo: ascolta e impara a pronunciare parole e espressioni

Se il Pinyin sembra troppo astratto per te (soprattutto se sei un principiante), non ti preoccupare! Ci sono molti dizionari di pronuncia là fuori. Forvo è un buon esempio perché ti permette di ascoltare la pronuncia di ogni parola. Utenti di vari Paesi e regioni fanno le registrazioni, in modo che tu possa esplorare accenti diversi.

🌏 Quali Paesi parlano cinese ad ogni modo? Il mandarino è la lingua ufficiale di Cina e Taiwan, ma anche una lingua ufficiale di Singapore. Le persone parlano mandarino anche ad Hong Kong, Macau, Malaysia, e Tibet. Quindi ci sono tantissime variazioni nella pronuncia!

Ecco alcuni esempi:

xièxie (grazie)

zǎo shang hǎo (ciao)

zài jiàn (arrivederci)

zěn me yàng (come stai?)

duì bu qǐ (scusami)

Sotto la colonna “Essentials” sull’homepage di Forvo, troverai le basi di cui hai bisogno per iniziare una conversazione: saluti, luoghi, colori, ecc.

Ora tocca a te vedere dove ti porta il tuo apprendimento del cinese! Condividi nei commenti i tuoi strumenti e consigli per parlare cinese 🙂

Per approfondire

Se vuoi imparare il cinese, leggi anche questi articoli sull’argomento: