Quando studiare la grammatica per imparare una lingua?

Una delle differenze fondamentali nei vari metodi di apprendimento di una lingua straniera riguarda il peso attribuito allo studio della grammatica. Da un lato, abbiamo l’approccio scolastico e universitario che assegna un ruolo da protagonista alle regole grammaticali, dall’altro i vari metodi che vogliono replicare l’apprendimento linguistico dei bambini posticipando al massimo o addirittura eliminando l’apprendimento di regole e nozioni. Cerchiamo di capire insieme quando studiare la grammatica nel modo più efficiente.

Articolo aggiornato il 20 aprile 2017

quando studiare la grammatica

Quando studiare la grammatica di una lingua straniera?

Come sempre, l’approccio più efficace si trova a metà strada tra le opposte correnti di pensiero, poiché:

  • Studiare troppa grammatica soprattutto all’inizio può scoraggiare e rendere meno efficace l’apprendimento (ne so qualcosa visto che la mia prof d’inglese era riuscita a farmi odiare una lingua che oggi adoro!)
  • Eliminare del tutto lo studio delle regole grammaticali ci priva di uno strumento formidabile per comprendere le logiche le strutture di una lingua. È vero che un bambino può iniziare a parlare una lingua prima di andare a scuola, ma il suo perfezionamento e la capacità di esprimersi in modo efficace, tanto allo scritto quanto all’orale, passa per lo studio delle regole grammaticali anche per i più piccoli.

La domanda da porsi è, quindi, quella del titolo, ossia quando studiare la grammatica? Vedremo che non esiste una verità assoluta, quindi lo scopo di questo articolo sarà fornirti gli strumenti per trovare la tua risposta.

Una questioni di obiettivi e di tempo

Per capire quando studiare la grammatica è importante rispondere a due domande semplici ma fondamentali: Perché sto imparando la lingua? Quanto tempo ho a disposizione? Chi segue questo blog sa che ho iniziato ad imparare il portoghese due settimane fa. Prima di iniziare mi sono posto queste domande:

  • Perché sto imparando una lingua? Il mio obiettivo è cavarmela durante una vacanza riuscendo a comunicare in varie situazioni con gli abitanti dei luoghi che visiterò in Portogallo
  • Quanto tempo ho a disposizione? Ho meno di tre mesi e poco tempo da dedicare (15 minuti al giorno) all’apprendimento.

È chiaro che sarebbe controproducente per me cercare adesso di padroneggiare la grammatica portoghese visti gli obiettivi e il tempo a disposizione. Voglio essere in grado di parlare rapidamente e so bene che il mio portoghese non sarà impeccabile: ma non è per nulla grave poiché i miei errori non pregiudicheranno la comprensione di chi mi ascolta e la mia voglia di comunicare in portoghese. Dopo aver iniziato a parlare e appreso un buon numero di vocaboli e frasi utili, se vorrò perfezionarmi, inizierò ad affrontare un po’ di grammatica.

grammatica inglese

Prendiamo, invece, il caso dello studente di lingue che si trova davanti 3 anni di cursus universitario per diventare interprete o traduttore. Gli obiettivi non sono gli stessi ed il tempo a disposizione nemmeno. Anche se consiglio di non gettarsi subito a capofitto sulla grammatica, credo che abbastanza presto dovrà dedicare tempo ed energie allo studio delle nozioni grammaticali.

Stili e metodi diversi per persone diverse

Ci sono persone che amano inquadrare quanto apprendono in schemi e regole ben definite, mentre altre sono più efficaci quando imparano in modo più naturale e spontaneo. Per i primi lo studio precoce della grammatica potrà rivelarsi un’arma in più, mentre per i secondi meglio posticipare quanto più possibile l’incontro. Personalmente, credo di essere a metà strada: mi piace imparare in modo spontaneo all’inizio (immergendomi nella lingua grazie all’ascolto e la memorizzazioni di parole e frasi) senza curarmi delle regole grammaticali per poi passare ad una seconda fase in cui posso fissare e consolidare quanto appreso in nozioni e regole precise. A te sta trovare il giusto equilibrio per scegliere quando studiare la grammatica con la tempistica più efficace!

L’ossessione per la perfezione può essere un ostacolo per parlare una lingua

Un giorno Cinzia, una collega laureata in giapponese, mi disse una cosa che mi colpì molto: durante il suo anno di studio in Giappone, aveva conosciuto alcuni ragazzi italiani e francesi che, trovandosi lì per lavoro, parlavano giapponese senza aver mai aperto un libro di grammatica. Il loro giapponese non era perfetto, ma parlavano in modo molto più fluente di lei che dopo 2 anni di studio all’università ci teneva a parlare correttamente a tutti i costi, pensando mille volte alla regola da applicare prima di aprire bocca. La grammatica era stato un grande freno per lei, anche se in una fase successiva le sarebbe tornata utile. Tutto questo per dire, che se volete iniziare a parlare presto, sarà meglio ignorare le regole grammaticali all’inizio: gli errori fanno parte dell’apprendimento e cercare la perfezione dall’inizio avrà come unica conseguenza quella di non farti aprire bocca!

Nel prossimo articolo continuerò a parlare di grammatica, spiegando il metodo che uso per apprenderla.

L’articolo ti è piaciuto? Siamo sicuri che adorerai il club di MosaLingua!

Più di un milione di persone ne approfitta già… Perché non farlo anche tu? È gratuito al 100%!

Vuoi iniziare subito a imparare una lingua o a migliorarla? Prova gratis MosaLingua Web!

Puoi testarlo senza rischio e senza impegno per 15 giorni; niente male, vero?
MosaLingua Web

Prova GRATUITA

Comments

  1. Grazie per l’articolo Luca!
    Sto tentando di imparare il francese da qualche mese con l’aiuto dell’applicazione (ovviamente!)e delle varie risorse gratuite fornite dal web e consigliate da voi,mi ci trovo molto bene e sono molto utili e divertenti.Volevo comunque chiederti un consiglio su quali libri potrei prendere per dare un’occhiata alla grammatica..ne ho trovati molti,ma non ho saputo scegliere!
    Grazie per tutto il lavoro che fate,siete grandi!
    Katia

    • Ciao,
      Grazie a te per aver scelto MosaLingua! I libri in circolazione sono molto simili e non posso consigliartene uno in particolare perché quelli che usavo sono un po’ datati 😉
      Un saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *